• Spedizione adatta con impacco freddo!
  • Spedizione in tutto il mondo con DHL
  • Enorme selezione di prodotti
  • Hotline di servizio: +49 511 - 78 09 43 70

Cioccolato Fairtrade / Cioccolatini UTZ / Rainforest Alliance

Fairtrade

Sapevate che il Fairtrade non acquista né scambia merci? Questo viene fatto direttamente dai produttori di cacao (coltivatori di cacao) e dagli acquirenti (di cacao) tra di loro. Per renderlo chiaramente visibile al consumatore, entrambi utilizzano il logo creato da Fairtrade. Per poterlo fare, sia il coltivatore di cacao che l'acquirente (ad esempio il produttore di cioccolato) devono pagare in anticipo a Fairtrade una quota annuale di partecipazione/licenza. Fairtrade è una società a scopo di lucro che rilascia solo certificazioni.

Sapevate che i produttori possono già utilizzare il marchio Fairtrade se solo il 20% degli ingredienti sono commercializzati in modo "equo"? Ciò significa che l'80% degli ingredienti non deve essere certificato Fairtrade e che il produttore di cioccolato può comunque utilizzare il logo Fairtrade sui suoi prodotti.

➤ per saperne di più

Fairtrade Sapevate che il Fairtrade non acquista né scambia merci? Questo viene fatto direttamente dai produttori di cacao (coltivatori di cacao) e dagli acquirenti (di cacao) tra di loro.... leggi di più »
Chiudi finestra
Cioccolato Fairtrade / Cioccolatini UTZ / Rainforest Alliance

Fairtrade

Sapevate che il Fairtrade non acquista né scambia merci? Questo viene fatto direttamente dai produttori di cacao (coltivatori di cacao) e dagli acquirenti (di cacao) tra di loro. Per renderlo chiaramente visibile al consumatore, entrambi utilizzano il logo creato da Fairtrade. Per poterlo fare, sia il coltivatore di cacao che l'acquirente (ad esempio il produttore di cioccolato) devono pagare in anticipo a Fairtrade una quota annuale di partecipazione/licenza. Fairtrade è una società a scopo di lucro che rilascia solo certificazioni.

Sapevate che i produttori possono già utilizzare il marchio Fairtrade se solo il 20% degli ingredienti sono commercializzati in modo "equo"? Ciò significa che l'80% degli ingredienti non deve essere certificato Fairtrade e che il produttore di cioccolato può comunque utilizzare il logo Fairtrade sui suoi prodotti.

➤ per saperne di più

Nessun risultato trovato per il filtro!
Oriado - 60% cioccolato fondente, Organico
Miscela di cacao del Perù e del Dom. Repubblica
Contenuto 70 g (71,43 € * / 1 kg)
5,00 € *
BIBLIOTECA!  Cioccolata calda con barbabietola
Due veri superfoods combinati: Cacao e barbabietola
Contenuto 250 g (39,60 € * / 1 kg)
9,90 € *
70% Andoa Noir Pur Pérou Organico cioccolato
Contenuto 70 g (78,57 € * / 1 kg)
5,50 € *
39% Andoa Lait Pur Pérou - cioccolato organico al latte
Contenuto 70 g (78,57 € * / 1 kg)
5,50 € *
Hojicha - Cioccolato bianco con Houjicha, tè verde tostato Hojicha - Cioccolato bianco con Houjicha, tè verde tostato
Contenuto 75 g (78,67 € * / 1 kg)
5,90 € *
Kinako - Giapponese cioccolato al latte con polvere di soia tostata Kinako - Giapponese cioccolato al latte con polvere di soia tostata
Contenuto 75 g (78,67 € * / 1 kg)
5,90 € *
Yuzu-Shichimi cioccolato fondente con spezie Yuzu-Shichimi cioccolato fondente con spezie
Contenuto 75 g (78,67 € * / 1 kg)
5,90 € *
Cioccolato da bere al marzapane "Amydala" - specialità al cacao
Contenuto 250 g (37,20 € * / 1 kg)
9,30 € *
Almond Salted Caramel Chocolate Truffles - Tartufi al caramello salato alle mandorle Almond Salted Caramel Chocolate Truffles - Tartufi al caramello salato alle mandorle
9 tartufi di cioccolato fatti a mano - senza glutine, vegani, senza latticini - BIO
Contenuto 92 g (106,52 € * / 1 kg)
9,80 € *
Manabi 65% cacao ottenuto da Arriba Nacional fagioli
Contenuto 50 g (88,00 € * / 1 kg)
4,40 € *
Cioccolato crudo 70% a base di Arriba Nacional fave di cacao
Contenuto 50 g (110,00 € * / 1 kg)
5,50 € *

Davvero giusto?

Questa certificazione mira a garantire che le pratiche lavorative del produttore siano etiche (ad esempio, assenza di lavoro minorile) e che siano rispettati altri standard lavorativi (ad esempio, il pagamento di un salario equo). Questo prevede anche che l'acquirente dei semi di cacao paghi un cosiddetto "minimo Fairtrade" di 2.400 dollari (≈ 2.100 euro) per una tonnellata di cacao. Questo prezzo va al venditore (idealmente il coltivatore di cacao direttamente, di solito le organizzazioni commerciali). Se il prezzo del mercato mondiale è superiore a 2.400 dollari, l'agricoltore non riceve denaro aggiuntivo, ma deve pagare il prezzo del mercato mondiale. Il prezzo del mercato mondiale del cacao è attualmente di circa 2.000 dollari (≈ 1800 euro) per tonnellata di cacao.

Inoltre, l'acquirente deve pagare un sovrapprezzo "Fairtrade Premium" del 5% sul prezzo del mercato mondiale. Tuttavia, questo premio non va all'agricoltore, ma al "Fair Trade Community Development Fund" che, secondo il sito web di Fairtrade, viene poi versato agli agricoltori in modo che "investano congiuntamente nei progetti di cui hanno più bisogno" (tuttavia, se non ci sono "progetti faro" rilevanti, non c'è denaro). nel 2019, il 5% di ricarico "equo e solidale" sulle fave di cacao rispetto al prezzo del mercato mondiale era troppo poco per Fairtrade, e alla fine del 2019 hanno aumentato l'importo del pagamento aggiuntivo per l'acquirente. Ora non c'è una sovrattassa percentuale, ma una tariffa forfettaria di 300 dollari per 1.000 kg di fave di cacao Organico. Ciò corrisponde a circa 260 €. Finora, l'agricoltore trae vantaggio dall'adesione al commercio equo e solidale solo se il prezzo del mercato mondiale è inferiore al minimo del commercio equo e solidale o è così alto da permettergli di pagare le royalties del commercio equo e solidale.

La quota Fairtrade di una barretta da 100 g di cioccolato al latte è quindi di circa ≈ 1 centesimo! (supponendo che il 100% del cacao sia del commercio equo e solidale - se si tratta del requisito minimo del 20%, la percentuale è di soli 0,2 centesimi per 100 g di barretta).

"Se il contenuto del commercio equo e solidale è di soli 0,01 euro a tavoletta, perché il cioccolato è così più costoso?"

Ciò è dovuto, ad esempio, alle non trascurabili tasse di licenza annuali che il produttore (ad esempio il coltivatore di cacao - sì, anche lui, anche se si suppone che sia sostenuto) e l'acquirente di semi di cacao (produttore di cioccolato) devono pagare all'organizzazione ombrello del commercio equo e solidale "TransFair". Inoltre, ci sono "tasse di ispezione" che devono essere pagate all'organizzazione di ispezione obbligatoria di proprietà di Fairtrade chiamata "FloCert"(Fairtrade Labelling Organisation) (Fairtrade guadagna così dalle tasse di licenza annuali e dalle tasse di ispezione). Non va trascurato il non trascurabile impegno amministrativo per produttori e acquirenti.

A proposito: se non si riesce a trovare un acquirente per il cacao Fairtrade, il coltivatore di cacao può solo venderlo al prezzo del mercato mondiale. Il commercio equo e solidale non fornisce una garanzia di acquisto. Tuttavia, il coltivatore di cacao deve pagare le quote annuali a Fairtrade e TransFair.

La soluzione

Molti noti produttori di cioccolato (tra gli altri Zotter, Peru Puro) hanno quindi già voltato le spalle al commercio equo e solidale o si sono deliberatamente astenuti dal collaborare con esso (ad esempio, , ecc.) Original Beans, Meybol, ecc.). Preferiscono lavorare direttamente con i coltivatori di cacao di cui conoscono personalmente le piantagioni, oppure acquistare le fave di cacao da commercianti specializzati. Grazie alle possibilità offerte da Internet e alle connessioni internet e di viaggio di oggi, questo è ora possibile per tutti e facilmente. (A questo proposito, leggere anche il Articolo dello Spiegel "Davvero giusto?" su Meybol Cacao e Zotter, tra gli altri).

Per la lavorazione del cacao secondo i desideri del produttore di cioccolato, i coltivatori di cacao ricevono anche il denaro di cui possono realmente vivere. I produttori di cioccolato come Zotter, Meybol, Original Beans, Friis-Holm, ecc. pagano ai contadini un prezzo garantito (attualmente circa 5.000 dollari per tonnellata di cacao). Non c'è niente di più diretto e giusto di questo, e senza royalties!  Sosteniamo questi sforzi e quindi segnaliamo questi cioccolatini sul nostro sito con riferimenti a "Commercio diretto" e "Cacao diretto"
 

Alleanza per la foresta pluviale e UTZ

Anche UTZ e Rainforest Alliance (fusa nel 2018) gestiscono un marchio di certificazione. Anche loro non acquistano né scambiano beni. I coltivatori di cacao possono farsi pubblicità con i sigilli se partecipano ai loro corsi di formazione (e se li pagano, se necessario). Il fatto che gli agricoltori mettano effettivamente in pratica i contenuti dei corsi di formazione, ad esempio per quanto riguarda l'aumento della produzione o la prevenzione del lavoro minorile, è lasciato alla loro discrezione e non viene monitorato a lungo termine. Inoltre, non c'è alcun sostegno finanziario per gli agricoltori.

La Stiftung Warentest ha certificato questi sigilli nel test come aventi solo "media importanza" e la "pretesa più bassa"! Entrambe le guarnizioni sono chiamate guarnizioni "minime" o "economiche" nel settore.

"Allora perché tanti fanno pubblicità con il logo del commercio equo e solidale o con il logo UTZ se non serve a nulla?"

Risposta breve: una buona immagine! Molti consumatori sono convinti dall'idea del commercio equo e solidale e pensano che il Fairtrade faccia qualcosa di buono. Molti produttori industriali ne approfittano per mettere in buona luce i loro prodotti, spesso di qualità inferiore. Sapevate che (ad esempio nel muesli) se un solo ingrediente è equo e solidale (cioè un ingrediente su tutti, e per il 20%), il logo Fairtrade può essere stampato sulla confezione?

Conclusione:

Se acquistate cioccolato Fairtrade o prodotti con il marchio UTZ solo per i loghi (perché pensate di fare qualcosa di buono) potreste pagare un sacco di soldi inutilmente, perché state pagando per un sistema di licenze (di nuovo: Fairtrade è un'azienda a scopo di lucro): lo sforzo di certificazione, le società di certificazione e la burocrazia. Vogliono essere pagati. Contrariamente a quanto si pensa, gli agricoltori dei Paesi d'origine hanno poco o nulla da guadagnare dal punto di vista economico.

 

servizio clienti +49 - 511 - 78 09 43 70 Lun - Ven 10 - 18 h